START NOW

Take your business to the next level with our features

Logo
Logo

Personal finance

Jun 13, 2024

Assicura il Futuro della Tua Famiglia: Strategie e Consigli

Assicura il futuro della tua famiglia: cosa conviene fare?

Creare una famiglia è sempre qualcosa di magico. 

Scegliere il partner con cui condividere questo percorso, e decidere se aggiungere o meno dei componenti a questo primo nucleo, sono scelte personalissime e fondamentali.

Una volta creata questa famiglia, l’istinto più naturale del mondo è volerla proteggere.

Dagli eventi negativi, dalla sfortuna e da tutto quello che potrebbe provocare danni irreparabili a noi o uno dei membri. 

Come possiamo fare a proteggere il futuro di chi amiamo di più al mondo?

Questo articolo è dedicato a tutti coloro che si sono trovati almeno una volta a riflettere su come garantire sicurezza e stabilità ai propri cari, anche durante i momenti più bui.

Ecco cosa troverai in questo articolo:

  1. Perché è importante assicurarsi quando si ha una famiglia

  2. Da quali rischi assicurarsi?

  3. Differenze tra investimento e assicurazioni. Cosa sapere?

  4. Quali assicurazioni fare per proteggere la propria famiglia

  5. Oltre le assicurazioni: mettere in sicurezza il futuro della propria famiglia

1. Perché è importante assicurarsi quando si ha una famiglia

Purtroppo, o per fortuna, la vita è imprevedibile, nel bene o nel male. 

Malattie, infortuni o incidenti possono verificarsi in qualsiasi momento, e l'impatto finanziario di tali eventi può essere devastante.

Come se questo non bastasse, più componenti ha la tua famiglia, più è probabile che accada qualcosa di brutto.

Brutale matematica.

Questa semplice riflessione dovrebbe essere sufficiente a farti correre ad assicurarti.

Se mai dovesse capitare uno di questi disastri (e mi auguro davvero che non ti capiti mai nulla), con le giuste assicurazioni la tua famiglia non dovrebbe preoccuparsi di trovare le risorse economiche in un momento già molto stressante e difficile di suo. 

Può sembrare una magra consolazione, ma questo “piccolo dettaglio” in certi momenti può fare tutta la differenza del mondo.

Senza per forza considerare scenari tristi ed apocalittici, avere le giuste assicurazioni ti dà una serenità psicologica importante, specialmente quando hai delle persone che dipendono da te.

Le assicurazioni giuste sono uno degli strumenti che permettono di adempiere a questa responsabilità, anche se un giorno non dovessi essere più in grado di guadagnare un centesimo. 

Non è soltanto una questione finanziaria, è un atto di cura e protezione verso coloro che contano di più nella tua famiglia, e sono pure più vulnerabili.

Cosa intendo esattamente con assicurazioni “giuste”?

Vediamolo nel prossimo capitolo.

2. Da quali rischi assicurarsi?

Dopo aver letto i paragrafi precedenti, la voglia di correre ed assicurarti da tutto il possibile potrebbe essere tanta.

In realtà, le assicurazioni non possono e non devono proteggerci da ogni tipo di rischio.

Oltre a non essere in grado di farlo, spesso non ha neppure senso dal punto di vista economico.

Guarda l’immagine qui sotto, che caratterizza ogni rischio possibile secondo due parametri:

  • la frequenza con cui un rischio può concretizzarsi (alta o bassa):

  • l’impatto economico che questo rischio ha sulle tue finanze (anche qui, alto o basso)

     Grafico per la valutazione del rischio

Da questi parametri nascono quattro possibili combinazioni.

Le quattro tipologie di rischio

  1. Rischi ad alta frequenza e ad alto impatto economico.

    Questi rischi sono da evitare come la peste, perché alla lunga un’assicurazione non sarebbe in grado di proteggerti, o si rifiuterebbe di farlo.

    Un esempio un po’ stupido ma che rende bene l’idea è andare a costruire una casa sulla cima di un vulcano molto attivo.

    Nessuna assicurazione si prenderebbe mai il rischio di coprire eventuali danni, se non chiedendo coperture esorbitanti.

    Costruendo casa in qualsiasi altro posto, si evita completamente questo rischio, e pure gratis.

  2. Rischi a basso impatto economico ed alta frequenza.

    Un esempio tipico di questo rischio è un danno minore ad un'automobile, come i graffi o le ammaccature lievi. 

    Questi incidenti sono piuttosto comuni e tendono ad accadere abbastanza di frequente, ma di solito comportano costi di riparazione moderati e che si possono addirittura ignorare.

    Certo, sempre meglio trovare il modo di ridurre questo tipo di rischi, ma non sono quelli che mettono in pericolo il futuro finanziario della tua famiglia e puoi gestirli facilmente con un po’ di buon senso.

  3. Rischi a basso impatto economico e bassa frequenza.

    Questi rischi sono un “non problema”.

    Capitano raramente e hanno un impatto economico molto basso.

    Un esempio potrebbe essere il furto di oggetti di poco valore all'interno dell'auto.

    Molto fastidioso dal punto di vista psicologico, ma non è qualcosa che succede tutti i giorni e soprattutto non è nulla che le tue finanze non possano assorbire.

  4. Rischi ad alto impatto economico e bassa frequenza.

    Ti ricorda qualcosa?

    Tutti i rischi spaventosi visti sopra rientrano in questa categoria.

    Invalidità, morte, malattie gravi.

    Tutti eventi che capitano, e su cui non possiamo avere il pieno controllo anche prendendo precauzioni.

    Per poter gestire al meglio questo tipo di rischi spesso non bastano risparmi o investimenti: trasferirli ad un’assicurazione è la scelta strategica migliore.

    Pagando tutti gli anni un premio otterrai una copertura assicurativa pronta a scattare in caso dovesse capitare uno di questi terribili eventi, ricevendo del capitale che ti permetterebbe di stare tranquillo dal punto di vista finanziario.

    Se invece non dovesse succedere nulla…l’assicurazione si intascherebbe il tuo premio “senza fare niente” e tu andresti avanti con la tua vita.

    Quest’ultimo aspetto piace pochissimo alla maggioranza delle persone. 

    L’idea di pagare soldi ad una compagnia senza avere nulla in cambio non viene ben digerita.

    Per questa ragione molte assicurazioni hanno deciso di estendere i loro servizi e offrire anche polizze assicurative con finalità d’investimento.

  1. Differenze tra investimento e assicurazioni. Cosa sapere?

Le polizze assicurative con finalità di investimento, spesso indicate come polizze vita-investimento o unit-linked, rappresentano una categoria di prodotti finanziari che combinano la protezione assicurativa con l'opportunità di crescita del capitale.

Detta così, sembrano il massimo.

Non solo ti assicuri contro un evento negativo e proteggi la tua famiglia, ma allo stesso tempo una parte di questo capitale viene anche investita ed andrà ad aumentare il suo valore nel tempo.

Dov’è il problema?

Semplicemente, applicare questo ragionamento è come chiedere ad un portiere di una squadra di calcio di essere pure il capocannoniere e segnare valanghe di gol. 

La verità di ogni euro del tuo patrimonio deve fare un lavoro specifico.

Ci sono quelli destinati alla difesa della tua famiglia, come le assicurazioni e i risparmi dedicati alle spese, e i cassetti per le emergenze.

Altri invece sono rivolti agli obiettivi più ambiziosi di lungo termine: vivere di rendita, finanziare gli studi di un figlio, e così via.  

Suddivisione del patrimonio tra diverse categorie di obiettivi

Ogni tipo di obiettivo richiede strumenti diversi, e quando si uniscono due obiettivi come assicurazione ed investimento per il lungo periodo, spesso si ottiene un miscuglio che non fa né l'una né l'altra cosa.

E infatti queste polizze con finalità di investimento sono peggiori rispetto alle polizze “pure” a livello di coperture, e offrono in genere dei rendimenti molto più bassi rispetto a quelli che si possono ottenere investendo in prodotti più efficienti come gli ETF.

Inoltre, hanno anche dei costi molto più elevati rispetto a questi ultimi. 

Quindi, lascia alle assicurazioni il solo compito di proteggerti da eventi disastrosi e negativi.

Invece, lascia agli investimenti il compito di far crescere il tuo capitale, per farti raggiungere i tuoi obiettivi di vita più importanti e ambiziosi. 

Entriamo adesso nel dettaglio di quali assicurazioni e coperture stipulare. 

4. Quali assicurazioni fare per proteggere la propria famiglia

Precisazione, forse ovvia, prima di andare avanti.

Ognuno di noi può avere esigenze diverse in ambito assicurativo, a seconda del tipo di professione, degli hobby, della sua salute e della sua situazione di partenza.

Ma, se vogliamo generalizzare, esistono due grandi rischi da assicurare: 

La perdita del reddito e la perdita del patrimonio.

Tutelare patrimonio e reddito dal rischio

Partiamo dal reddito.

Esistono due casi in cui si perde la capacità di generare reddito:

  • quando si muore;

  • quando non si è più in grado di lavorare (a causa di invalidità permanente o altre condizioni di salute che rendono impossibile avere un lavoro).

Quali sono i tipi di assicurazione che permettono di proteggersi da questi scenari?

Eccole qui.

Tipologie di protezione del reddito

Polizza TCM: in caso di morte

Quando si sottoscrive una polizza TCM si definisce un importo che verrà pagato ai beneficiari in caso di morte dell'assicurato. 

La somma assicurata è scelta dall'assicurato, basandosi sulle proprie esigenze finanziarie e sulle capacità di pagamento.

Anche il beneficiario è scelto dall’assicurato, ovviamente, e puoi quindi selezionare il tuo partner o un altro membro della tua famiglia.

In questo modo, specialmente se tu fossi l’unica persona ad avere un reddito in famiglia, avresti la garanzia che anche nel triste caso della tua dipartita, la tua famiglia non cada in povertà.

Polizza invalidità permanente

Un caso ancora più pericoloso per una famiglia è quello in cui una persona diventi un invalido permanente o non sia più in grado di badare a sé stesso.

In questo caso, non solo verrebbe a mancare il reddito di questa persona, ma ci sarebbero spese extra e costanti da sostenere.

In questa situazione, anche il patrimonio più solido potrebbe disintegrarsi negli anni.

Per difendersi da questo scenario puoi stipulare una polizza di invalidità permanente, che va a definire un importo pagato in caso tu raggiunga uno specifico livello di invalidità tale da non permetterti di lavorare.

Polizza LTC: long-term care

Questa polizza è particolarmente utile per persone che soffrono di malattie croniche, disabilità, disturbi legati all’età o altre condizioni che richiedono assistenza a lungo termine, sia in un contesto domiciliare che in strutture specializzate come case di cura o centri di assistenza residenziale.

La polizza LTC copre i servizi di assistenza a lungo termine che possono includere aiuto nelle attività quotidiane come mangiare, vestirsi, fare la doccia, o anche assistenza infermieristica e terapeutica.

L’obiettivo è supportare l'assicurato nel mantenere un certo livello di indipendenza pur avendo bisogno di assistenza regolare.

Attivando queste polizze (e se sei giovane, i prezzi per pacchetti completi sono pure abbastanza contenuti), sarai totalmente coperto da tutto quello che può andare a distruggere il tuo capitale umano, e cioè la tua capacità potenziale di produrre reddito.

Polizze per la protezione del patrimonio

Per quanto riguarda il patrimonio, esistono due tipologie di polizze interessanti:

Polizze contro la perdita di beni e danni arrecati a terzi.

Tipologie di protezione del Patrimonio

Puoi considerare queste polizze come meno prioritarie rispetto a quelle viste sopra, che ti proteggono da eventi drammatici e con un impatto duraturo.

Ma ci sono casi in cui sono obbligatorie da sottoscrivere (ad esempio nel caso della RC auto) ed in altre in cui è fortemente consigliato farlo.

Ad esempio, quando compri la tua prima casa e questa diventa una fetta molto importante del tuo patrimonio, avere un’assicurazione che protegga al meglio questo tuo nuovo asset è fondamentale.

Oppure ancora, se hai un’attività imprenditoriale, è fondamentale avere una polizza RC che copra i danni che la tua azienda potrebbe involontariamente causare a persone o proprietà di terzi, salvaguardandoti da costose dispute legali e reclami per risarcimento.

Le assicurazioni sul patrimonio ed RC che possono fare al caso tuo dipendono molto dalla tua professione e dalla tua situazione personale, ma un bravo assicuratore è in grado di indirizzarti su quelle più adatte a te.

Consigli per tutelare la tua situazione

Ora che hai un quadro generale sulle assicurazioni da fare, voglio darti due consigli bonus.

  1. Scegli una grande e solida società assicurativa.

Uno dei rischi più grandi una volta contratta l’assicurazione, è che la società assicurativa scelta fallisca e non possa quindi materialmente pagarti in caso succeda qualcosa.

Per minimizzare questo rischio, cerca sempre società assicurative solide e con bilanci in salute.

Semplificando molto, possiamo dire che nel caso della scelta delle assicurazioni “grande è bello”.

  1. Leggi tutti i documenti con molta attenzione

Ogni assicurazione che abbiamo visto finora presenta delle esclusioni e delle eccezioni.

Ovvero, dei casi in cui, per contratto, è scritto che non ti verrà pagato un centesimo in caso di un evento negativo.

È fondamentale prendersi del tempo per leggere tutte le condizioni e le esclusioni per capire se c’è qualche caso, molto importante per te, che non è coperto dall'assicurazione che stai analizzando.

Società assicurative diverse possono coprire scenari leggermente diversi nella stessa polizza.

Scegliere quella su misura per te è fondamentale.

Mettendo in pratica questi consigli, rientrerai già nell’1% degli italiani maggiormente protetti ed assicurati, ma ci sono comunque altre azioni che puoi intraprendere per mettere in sicurezza il tuo futuro finanziario.

5. Oltre le assicurazioni: mettere in sicurezza il futuro della propria famiglia

Una volta che hai messo al sicuro il tuo reddito e il tuo patrimonio con le assicurazioni giuste, puoi iniziare a dedicarti alla creazione del tuo piano finanziario, che coinvolge non solo le assicurazioni, ma anche gli investimenti, il risparmio e le spese per permetterti di vivere al meglio oggi e di poterlo fare ancora meglio domani.

Le assicurazioni sono un punto di partenza obbligatorio.

Incarnano perfettamente il concetto di “per vincere, la prima cosa da fare è non perdere”.

Una volta sistemato questo aspetto, puoi valutare di utilizzare parte dei tuoi risparmi per investire e raggiungere così obiettivi personali più ambiziosi.

Ad esempio ottenere una pensione anticipata o garantire la possibilità ai tuoi figli di studiare in un’università prestigiosa.

Ma quando si parla di avere un piano di investimenti, molte persone pensano che sia troppo complicato.

Si fanno domande come:

  • Quanto, dove e come investire i miei soldi?

  • Come fare per non perdere soldi sui mercati?

  • Di chi mi posso fidare quando si tratta di gestire i miei soldi?

Se non sai da quale parte cominciare, puoi iscriverti alla nostra newsletter gratuita, dove approfondiamo tutti questi argomenti, in modo semplice e comprensibile.

Share:

Join

Join Plannix now

Start today to take care of your financial future and grow your savings.